Fontainebleau

La Domenica del 16 Giugno 1940, alle 8 e 40, entrano le prime truppe tedesche a Fontainebleau e Avon. Fontainebleau diventerà per un periodo la sede del comando occidentale delle armate Tedesche. Tutti gli alberghi erano pieni, tutte le stanze affittate e requisite le ville più belle. Infatti oltre 60 Generali e 12.000 soldati erano di stanza a Fontainebleau. Da notare che anche il castello di Fontainebleau fu occupato dal 16 Giugno 1940.

Nella cittadina oltre alla sede del comando occidentale arrivò un kommandatur e un feldgendarmerie (La Gestapo). A proposito della Gestapo, arrivarono anche a Fontainebleau le leggi anti-semite, che imponevano prima, di mettersi la stella di David, successivamente gli abitanti subirono arresti domiciliari e ripetuti controlli a sorpresa.

Venerdì 11 Aprile 1941, la Gestapo fa saltare in aria con delle bombe incendiarie la sinagoga nei pressi dell' hotel Legris, intere famiglie vengono deportate e i sospettati di avere un ramo della famiglia arrestati. Con questo triste fatto, nasce la resistenza di Fontainebleau e i comuni vicini. La rete clandestina si fa sentire soprattutto nel 1942, facendo imboscate ai convogli tedeschi e soprattutto facendo saltare più volte la ferrovia (Parigi-Lione-Marsiglia).

4-09-1940, alcune tombe tedesche nei pressi di fontainebleau.

19/06/1940 alcune tombe nella strada principale.