Rouen, capoluogo della Normandia.

Rouen, capoluogo della Normandia,è una delle più importanti città d'arte della Francia, tanto da meritarsi l'appellativo di Ville Musée. La città conserva un elevato numero di monumenti, soprattutto gotici, e un centro storico ancora ricco di antiche case a graticci, che costituiscono un importante esempio di complesso medievale nord-europeo. In confronto alle altre città della Normandia, Rouen è stata la più fortunata. Perché a differenza delle altre città, Le Havre fra tutte, pur essendo stata ferocemente bombardata per la sua importante stazione ferroviaria, non venne rasa al suolo dai bombardamenti. A Rouen è stata combattuta una delle battaglie più sanginose della " battaglia di Normandia" (per arrivare a Parigi). Questa è la cronistoria di guerra di Rouen:

1940

Rouen è stata eroicamente difesa dal Quinto Gruppo Franco motorizzato di Cavalleria. Per rallentare l' avanzata i genieri francesi fecero esplodere i ponti più importanti. Nella battaglia molti carri armati tedeschi furono colpiti così, per "punire" la città, la Wehrmacht bruciò la zona lungo la Senna. Nell' enorme incendio andò distrutto il vecchio quartiere tra la Cattedrale e la Senna.

La città venne occupata dai tedeschi il 9 giugno 1940.

1941

Nel 1941 vennero costruite le fortificazioni imposte in tutte le città Normanne dalla Todt. La stazione ferroviaria di Rouen fu la più attiva di tutta la regione di Normandia.

1942

Il 17 agosto 1942 gli Stati Uniti bombardano per la prima volta un obiettivo europeo in territorio occupato: la stazione ferroviaria di Rouen. Alle ore 15:30 dall' Aeroporto militare Inglese di Polebrook (Northamptonshire), si alzarono in volo diciotto Boeing B-17E Flying Fortress scortati da diverse squadriglie di spitfire. Come diversivo per avere meno perdite possibili dalla contraerea, 6 bombardieri volarono sula costa, mentre gli altri 9 volarono in direzione di Rouen. Alle 17:39 i Bombardieri erano su Rouen, scaricarono da una altitudine di 23.000 piedi 17,700 kg di bombe sulla stazione, diverse locomotive saltarono in aria rendendo inagibili le rotaie per giorni. Nella missione soltanto 2 aerei rientrarono alla base con danni dovuti alla Flak (contraerea).

1943

Il 1943 fu un anno di bombardamenti per Rouen. Le centinaia di bombardamenti sulla ferrovia sono la testimonianza dell' importanza dello scalo ferroviario di Rouen. Infatti tra il 1943 e 1944 più del 70% del materiale per la costruzione del Vallo Atlantico si fermava e veniva stoccato a Rouen. I bombardamenti più importanti da segnalare sono:

-12 marzo 1943: bombardamento alla stazione ferroviaria, con ingenti danni.

-28 Marzo 1943: bombardamento alla stazione ferroviaria, ferrovia inagibile per settimane.

1944

SETTIMANA DI SANGUE

Uno degli eventi Francesi più tragici della seconda guerra mondiale. Grazie alla " settimana di sangue" gli storici di tutto il mondo si sono interrogati se i bombardamenti a tappeto alleati hanno veramente rallentato il nemico o solo creato morte e distruzione inutilmente.

Molti aviatori infatti notarono che bombardare a più di 7000 mt con un obiettivo vicino ad una città significava quasi sempre far perire dei civili. Tentarono così di cambiare le missioni di bombardamento lasciando le missioni vicino ai centri abitati, ai piccoli arei della Raf e a loro solo missioni distanti da città. Ma ai superiori spesso non furono d'accordo. L'obbiettivo alleato di far crollare il morale alla popolazione e dell' esercito tedesco era contraddistinto da un cinismo tale al livello degli alti comandi che 900 e più morti civili in una settimana era considerato normale e statistico. Gli alleati avranno una enorme responsabilità riguardo agli oltre 75.000 civili francesi morti nel corso dei bombardamenti durante la seconda guerra mondiale.

La Settimana Rossa è il nome dato alla settimana di 30 maggio - 5 giugno 1944, che ha visto significativi bombardamento strategici su Rouen e la sua periferia. Questi bombardamenti su entrambi i lati della Senna, avevano lo scopo di distruggere tutti i ponti (per rallentare il passaggio di uomini e mezzi) e disturbare i tedeschi per l'imminente sbarco alleato

-Martedì, 31 Maggio 1944: Tre ondate di bombardamenti si svolgono al mattino. L'area è compresa tra la Grand-Pont Street e via Jeanne-d'Arc. Vengono sganciate bombe da 500 kg a 2000 kg. Vengono distrutti numerosi edifici tra cui l' albergo Dogana. All' albergo Dogana vengono sepolti vivi nel rifugio sotteraneo più di 140 persone.

-Mercoledì, 31 Maggio 1944: nuove ondate di bombardamenti in tarda mattinata. La chiesa di Saint-Vincent e il quartiere circostante sono distrutti. Numerosi palazzi con interesse storico verranno persi per sempre.

-Giovedi 1 ° giugno 1944: Rouen è spettrale, incendi divampano dappertutto, nella torre, le campane da 20 tonnellate si sono colate dal calore. Solo verso mezzanotte si riesce un po a domare il fuoco.

-Venerdì 2 giugno 1944: Il bombardamento del pomeriggio distrugge la bellissima fontana di Giovanna D' Arco.

-Domenica 4 giugno 1944: Nel bombardamento della mattina viene distrutta la chiesa Saint-Maclou completando così l' opera di distruzione.

Nella settimana di sangue, perirono sotto le macerie, nei rifugi anti-aerei, o a causa delle esplosioni oltre 814 civili.

Rouen 1944 , vista della città bombardata .

Foto esempio di un B 17.

 

(Photo from the US National Archives in the public domain)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rouen 1944, altra prospettiva di Rouen distrutta, si nota il ponte completamente distrutto , a destra si nota un gommone con degli unomini (forse vogliono vedere se si possono riparare i danni o costruirne momentaneamente uno nuovo)

Rouen bombardata. La foto è stata scattata dai colli di Rouen, da notare a sinistra i ponti bombardati. 1940 o 1944 (è difficile datarlo dato che sia nel 1940 che nel 1944 i ponti sono stati distrutti)

Ponte a Nord di Rouen , datazione come prima ho detto , o il 1940 o 1944.

Rouen 1940, si ricostruiscono i ponti dopo la battaglia.

Rouen 1940, il quartiere tra la cattedrale e la Senna raso al suolo.

Fonti:

"Ce qui s'est vraiment passé le 19 avril 1944" di Paul Le Trévier e Daniel Rose.

"https://actu.fr" pagina Rouen, la settimana di sangue.

"9 juin 1940 : Ce jour où Rouen tomba" di Paul Le Trévier

"Le Journal de Rouen" giornale degli avvenimenti giorno per giorno di Rouen.