Carta fotografica VELOX


Velox paper, carta fotografica Velox

La carta fotografica Velox è stata prodotta per la prima volta dal Dr. LH Baekeland nel 1894 . Leo Baekeland era meglio conosciuto per la sua invenzione nel 1907 della plastica in bachelite, che rivoluzionò il settore delle macchine fotografiche. La carta Velox era una carta di cloruro d’argento che poteva essere maneggiata prima dell’esposizione anche sotto una debole luce elettrica o una luce gialla. E, In una camera oscura poteva anche essere gestita sotto una luce giallo brillante. In seguito divenne noto come “Gaslight” o “Contatto”. Nel 1899 George Eastman della società Kodak acquistò il processo Velox dal Dr.Baekeland  per 100000 di Dollari e iniziò a produrre carta Velox negli Stati Uniti.

La carta KELDEL VELOX era una carta a “Sviluppo” molto lenta , che produceva un’immagine blu-nera, adatta solo per la stampa a contatto , in cui il negativo veniva posto a contatto con la carta per produrre una stampa dello stesso formato. Il negativo veniva poi posizionato sopra il lato dell’emulsione del foglio e in contatto con esso. Furono realizzati telai speciali per la stampa a contatto che contenevano il negativo e la carta a stretto contatto sotto una lastra di vetro. 

“Velox Paper” è stata una delle prime carte fotografiche a richiedere una soluzione chimica per produrre un’immagine sulla carta. La “velox” venne meno utilizzata dai soldati, ma comunque ha avuto durante il periodo bellico una sua parte di mercato. Venne smerciata in Germania per tutto il periodo pre-bellico. Durante la guerra venne utilizzata fino al completo esaurimento dei magazzini.

carta fotografica Velox, carta fotografica seconda guerra mondiale, carta ww2, Velox 1940, Velox 1930
Come si presenta il simbolo dietro alla foto.

Per visionare il libretto informativo del 1938 di Velox clicca quì

Foto copertina: https://www.researchgate.net

error: Content is protected !! © Archivio storico Galvanin
Menu
Archivio storico Galvanin