Lille 1940

La battaglia di Lille venne combattuta dopo lo sfondamento tedesco del fronte sulla Mosa, ove si cercò irrimediabilmente un contrattacco. (Le forze corazzate tedesche sferrarono dal 10 maggio 1940 un potente attacco in profondità e, dopo aver sbaragliato con facilità la debole resistenza belga e delle divisioni di cavalleria leggera francesi, penetrarono nel territorio boscoso ardennese, raggiungendo già il 13 maggio 1940 le rive della Mosa, dove erano schierate a difesa le divisioni fanteria della 9ª e della 2ª Armata francese. Colte impreparate dalla rapidità e dall' efficienza dell'attacco tedesco, sostenuto da uno schiacciante appoggio della Luftwaffe che ottenne la completa superiorità aerea sul campo di battaglia, le truppe francesi non riuscirono a difendere la linea del fiume e cedettero importanti teste di ponte.  le forze corazzate tedesche vinsero entro il 17 maggio la battaglia della Mosa e ottennero completa via libera verso il mare)

Nella notte del 27/28 maggio 1940, le divisioni del BEF vicino a Lille furono in grado di ritirarsi sul fiume Lys ma solo il 3 Corpo della Prima Armata francese (del generale René Prioux) riuscì a fuggire. Molte delle unità francesi si erano ritirate molto più a sud e si trovavano ancora intorno a Lille. Le truppe tedesche (La 4a divisione Panzer, la 5a divisione Panzer e la 7a divisione Panzer e l’11a divisione di fanteria, la 217a divisione di fanteria, la 253 divisione di fanteria e la 267a divisione di fanteria) optarono per una manovra a tenaglia che rinchiuse i soldati francesi dentro la città di Lille. Per tutto il 28/29 maggio 1940 le truppe cercarono di rompere la "tenaglia" tedesca per uscire e ritirarsi ma i tedeschi respinsero efficacemente ogni tentativo.

Nei quattro giorni seguenti, il generale Molinié e soprattutto le truppe coloniali francesi combatterono duramente. Intanto grazie a questi duri combattimenti, le truppe tedesche rallentarono il piano di marcia: il BEF e il restante della prima armata francese riuscirono a ritirarsi a Dunkerque. Il generale Molinié e il colonnello Aizier negoziarono la resa a mezzanotte del 3/4 giugno 1940; sabato, 1° giugno, dalle 35.000 ai 40.000 soldati francesi e alcuni soldati britannici si arresero ai tedeschi nella Grand Place.

In riconoscimento della estrema difesa della guarnigione francese, il generale tedesco Kurt Waeger concesse a loro "onori della guerra”. Le truppe francesi marciarono attraverso la Grand Place di Lille in parata con fucili a spalla, mentre il generale Waeger e le sue truppe erano sull'attenti. Winston Churchill disse che la difesa francese di Lille fu uno "splendido contributo", che ritardò l'avanzata tedesca per quattro giorni e permise la fuga della forza di spedizione britannica da Dunkerque.

Fonti:

 "Blitzkrieg à l'Ouest" ​ di Jean Paul Pallud.

"Twelve Days: The Air Battle for Northern France and the Low Countries" di Brian Cull

 

Lille, veicoli distrutti dopo l' assedio. (una diversa inquadratura la si può trovare cliccando quì)

 

Lille, sguardo sulla piazza in sfondo la torre del Beffroi de Lille.

 

Lille, Porte de Paris.

 

Distruzione in una delle vie di Lille.

 

Distruzone in una chiesa di Lille. putroppo i bombardamento soprattutto nel 1944, spesso rovinavano o distruggevano patrimoni storici di inestimabile valore. 

 

Altra inquadratura della chiesa.