Fontainebleau (città)


La Domenica del 16 Giugno 1940, alle 8 e 40, entrano le prime truppe tedesche a Fontainebleau e Avon. Fontainebleau diventerà per un periodo la sede del comando occidentale delle armate Tedesche. Tutti gli alberghi erano pieni, tutte le stanze affittate e requisite le ville più belle.

Infatti oltre 60 Generali e 12.000 soldati erano di stanza a Fontainebleau. Da notare che anche il castello di Fontainebleau fu occupato dal 16 Giugno 1940.

Nella cittadina oltre alla sede del comando occidentale arrivò un kommandatur e un feldgendarmerie (La Gestapo). A proposito della Gestapo, arrivarono anche a Fontainebleau le leggi anti-semite, che imponevano prima, di mettersi la stella di David, successivamente gli abitanti subirono arresti domiciliari e ripetuti controlli a sorpresa.

Venerdì 11 Aprile 1941, la Gestapo fa saltare in aria con delle bombe incendiarie la sinagoga nei pressi dell’ hotel Legris, intere famiglie vengono deportate e i sospettati di avere un ramo della famiglia arrestati.

Con questo triste fatto, nasce la resistenza di Fontainebleau e i comuni vicini. La rete clandestina si fa sentire soprattutto nel 1942, facendo imboscate ai convogli tedeschi e soprattutto facendo saltare più volte la ferrovia (Parigi-Lione-Marsiglia).

Fonti:

“Fontainebleau et les guerres” di Patrick Ponsot.

4-09-1940, alcune tombe tedesche nei pressi di fontainebleau.

Fontainebleau 1940, Fontainebleau ww2, Fontainebleau occupation, storia di Fontainebleau, Fontainebleau history, caste of Fontainebleau, tomba tedesca, campagna di Francia 1940
Fontainebleau 1940, Fontainebleau ww2, Fontainebleau occupation, storia di Fontainebleau, Fontainebleau history, caste of Fontainebleau, tomba tedesca

19/06/1940 alcune tombe nella strada principale.

Fontainebleau 1940, Fontainebleau ww2, Fontainebleau occupation, storia di Fontainebleau, Fontainebleau history, caste of Fontainebleau

Per leggere e vedere foto inedite del castello di Fontainebleau clicca quì

error: Content is protected !! © Archivio storico Galvanin
Menu
Archivio storico Galvanin